Antipasto di Natale: Pane nero lardo e miele con Grignolino.

Con l’arrivo ormai prossimo delle Festività Natalizie, abbiamo deciso proporvi da qui al 25 dicembre, come in un calendario dell’avvento culinario, una rosa di 5 ricette che vi raccontino il meglio della tradizione Monferrina natalizia per regalarvi suggestioni e qualche spunto per i vostri cenoni. Oggi iniziamo con un grande classico della cucina del Monferrato, proposto anche nelle nostre degustazioni: Pane nero con lardo e miele, abbinato a un rosso di carattere, il Grignolino.
paneroPane nero con lardo e miele
Ingredienti per quattro persone:
550g di farina ai cinque cereali
360 g di acqua
10 g di zucchero
15 g di sale
Una bustina di lievito
50 g di burro
Lardo qb
Miele qb
Procedimento:
Impastare gli ingredienti per il pane. Cuocere per 2 ore a 160 gradi. Non appena il pane è pronto affettatelo e disponetele sul piatto (due fette a persona(. Aggiungere il lardo e il miele a filo.

 

Annunci

Vendemmia 2015: tutte le immagini più belle!

Il 2015 ci ha regalato davvero una meravigliosa vendemmia. Complice la bella stagione appena trascorsa, la qualità dell’uva quest’anno è migliore rispetto al 2014. In tutto abbiamo raccolto circa 300 quintali di mosto. Di seguito ecco tutte le immagini più belle che raccontano il momento che per noi è il più importante dell’anno.

Vendemmia 2014: la raccolta del Barbera e la svinatura del rosato

Anche oggi il tempo qui a Cella Monte ha retto e ci ha permesso di concludere in mattinata la raccolta del Barbera. In tutto ne abbiamo circa 120 quintali. Dopo la raccolta ci siamo messi subito a lavorare il rosato. In particolare abbiamo svinato, ovvero tolto il vino (che in realtà è ancora mosto) dai tini in cui i grappoli di Grignolino riposavano da martedì. Questa operazione consente al mosto di continuare a fermentare, ma senza stare a contatto con le bucce dell’uva (fermentazione in bianco). In questo modo cambia il colore e il sapore del vino che circa verso Natale diventerà il nostro Al Bicerot.
Domani la nostra vendemmia si concluderà, ci rimangono infatti da vendemmiare solo 8 filari di Nebbiolo, uva che produce il Barone di San Pietro, nome che deriva da quello della vallata dove sorgono le nostre vigne.

Grignolino del Monferrato Casalese DOC – Balestrà

Il Grignolino è un rosso leggero prodotto in piccole quantità sulle colline del Monferrato. E’ un vino leggero e trasparente di colore rosso rubino. Il Grignolino è un vino secco con bouquet dolce, aroma delicato e un piacevole tono amaro. Grignolino è una rinomata denominazione DOC che garantisce un vino rosso di qualità, leggero e tannico prodotto dai molti acini del grappolo d’uva. Il Grignolino è un vino ideale in combinazione con salumi, con carni bianche grigliate o arrosto e con formaggi poco stagionati.

 

Colore: rosso rubino non molto intenso.
Profumo: il suo Bouquet presenta aromi delicati di frutti rossi, erba falciata e geranio a volte accompagnati da vivaci accenti di vinosità.
Sapore: asciutto, leggermente tannico, gradevolmente amarognolo, con caratteristico retrogusto.
Vitigni: 100% grignolino
Vinificazione: fermentazione in acciaio a cappello sommerso per la durata di 4 giorni a contatto con le bucce.
Maturazione: la maturazione avviene in vasche in acciaio per la durata di 6 mesi circa.
Abbinamento: si abbina molto bene con salumi, carni bianche arrostite o alla griglia, contorni al forno, fritto misto alla piemontese e formaggi poco stagionati.
Epoca per il consumo: mediamente 1 – 2 anni.
Temperatura di servizio: 14° – 16°

Il Grignolino

Il Grignolino negli ambienti della viticoltura Piemontese è un’uva che produrrà un vino non molto diffuso, è più diffuso di nome che di fatto.  Sicuramente è uno dei vitigni più “difficili” sia in vigna che in cantina, ma la tonicità di questo vino quando è ottenuto con le cure enologiche più adatte è armonica, calda e piacevole, rispecchia in maniera immediata il carattere della gente del Monferrato.

Ecco alcune foto del Grignolino durante la Vendemmia 2013… Rimanete connessi, presto posteremo tante altre foto e articoli su questo meraviglioso periodo dell’anno, la pioggia di questi giorni non ci fermerà!

Una degustazione per salutare l’inverno

Bagna Cauda e Grignolino

Bagna Cauda e Grignolino

La primavera è iniziata, ma il clima del weekend appena trascorso e il tempo di questi giorni danno l’idea di essere in inverno. Gli esperti però questa volta sembrano convinti: presto inizierà ad esserci il sole.

Degustazione di Bagna Cauda

Degustazione di Bagna Cauda

A La Cà Nova per salutare l’inverno abbiamo deciso si preparare un piatto tipicamente stagionale: sua maestà “la bagna cauda” in abbinamento con un ottimo GRIGNOLINO DEL MONFERRATO CASALESE 2010.

La bagna caoda è  preparata con acciughe, olio, burro e aglio ed utilizzata come intingolo per le verdure fresche della stagione autunnale. Per la sua pesantezza, solitamente, viene considerato un piatto unico ma talvolta può anche essere servito come antipasto durante una cena tra amici. E’ un piatto tipicamente conviviale in cui i commensali si dividono le verdure che stanno nel centro del tavolo e le intingono nella salsa, riscaldata dagli appositi fornelletti.